Leggi in Formazione

Movimenti finanziari e monetari: analisi e metodologie
Internal Auditing
L'importanza dell'analisi dei risultati consuntivi
Perchè Microcredito?
Pensioni: il riscatto della laurea dei Co.Co.Co.
 
Home>Formazione
Formazione
Notizie

TELELAVORO

Le nuove regole sul telelavoro non sono scritte dal legislatore, nazionale o europeo, ma sono di fonte contrattuale.

Sono frutto di accordi tra le parti che insieme hanno disegnato il profilo del telelavoratore.

Prima regola: la volontarietà.La decisione di lavorare a distanza è una libera scelta concordata tra azienda e lavoratore e può anche essere reversibile.
Seconda regola: i diritti. Il lavoratore a distanza ha diritto alle stesse tutele e condizioni di chi lavora in azienda.
Terza regola: gli strumenti di lavoro sono forniti e "mantenuti" dal datore di lavoro.
Quarta regola: flessibilità e doveri. E' il lavoratore a stabilire la gestione del proprio tempo di lavoro ma i carichi professionali sono assolutamente identici a quelli dei colleghi.
Infine, non per ordine di importanza, si è cercato di salvaguardare gli aspetti "psicologici": l'azienda deve garantire la possibilità di accesso nell'impresa e di incontro con gli altri colleghi per prevenire l'isolamento del telelavoratore. I telelavoratori sono calcolati nel computo delle soglie (per esempio, più o meno 15 dipendenti).

I principi relativi al diritto alla riservatezza del lavoratore e alla tutela dei dati dell'impresa vengono affermati e garantiti, ma restano affidati alla legislazione e alle sue evoluzioni di pari passo con l'avanzare della società della conoscenza. Tutto questo è scritto nell'accordo europeo raggiunto due anni fa tra le associazioni Ue di imprenditori e i sindacati. E infatti, l'accordo riporta quell'intesa precisando che «la traduzione italiana è stata concordata tra Cgil, Cisl e Uil e Confindustria il 20 gennaio 2004». Ora l'intesa sarà inviata al Governo che dovrà decidere se recepirla e se farlo rispettando integralmente il testo.

Le nuove regole valgono per «circa un milione di telelavoratori, concentrati nei settori dell'informatica e del terziario». Finalmente un accordo di nuova generazione: perchè è europeo, perchè riguarda la società ell'informazione, perchè tiene insieme flessibilità e tutele. E questa volta la flessibilità è a vantaggio del lavoratore.

Inps (http://click.be3a.com/click_it.html?ADVD=815962.110414.2.092411.

Sit (http://click.be3a.com/click_it.html?ADVD=815962.110414.3.092411.

 
 
 
 
  web master